fbpx
Cappe Chimiche Estrazione Totale (DUCTED)

APOCALISSE ZOMBIE – COME FERMARE L’EPIDEMIA DEL CANCRO Grazie al corretto utilizzo e alla manutenzione delle cappe da laboratorio

SCOPRI IL PRIMO LIBRO SULLE CAPPE CHIMICHE E CAPPE BIOHAZARD

“Abbi buona cura del tuo corpo, è l’unico posto in cui devi vivere.” (Jim Rohn)

Immagina di essere nato con una clessidra intorno al collo.

Nel momento del tuo primo respiro ci sono miliardi di granelli di sabbia all’interno e il tempo a tua disposizione sembra infinito, ma a ogni tuo respiro un granello cade dal cono superiore a quello inferiore.

Finché sei in buona salute non dai importanza al tempo che passa, ma quando inizi a lavorare in un laboratorio con una Cappa Chimica o Biohazard, inalando potenziali sostanze cancerogene, i granelli precipitano più velocemente al ritmo di 10 alla volta.

Quindi la tua clessidra si svuota 10 volte più velocemente e forse hai intuito il motivo…

L’Italia è letteralmente invasa da un’EPIDEMIA che dilaga come un fiume in piena.

Ogni giorno che passa 1000 persone in Italia si ammalano ineluttabilmente di CANCRO.

E quante di queste 1000 lavorano in un laboratorio?

Ti sei mai chiesto se stai utilizzando la tua Cappa Chimica o Biohazard nel modo più corretto affinché ti protegga, evitando di respirare qualche sostanza cancerogena? Sii onesto, te lo sei mai chiesto?

La verità è che la maggior parte delle persone non ha la minima idea di dove e come imparare ad utilizzare una cappa nel modo più appropriato.

Nessuno ti ha mai detto che le CAPPE sono l’unica armatura in grado di difendere i tuoi polmoni dalle sostanze cancerogene che potrebbero fuoriuscire, inquinando l’aria che tu e i tuoi colleghi respirate nel laboratorio.

Questo manuale sarà il tuo scudo, la cappa: la tua armatura e l’informazione la tua spada.

All’interno di questo libro sono svelati i consigli più efficaci e semplici da mettere in pratica – oltre che una serie di veri e propri “trucchetti del mestiere” per scoprire se la tua “armatura” ti sta proteggendo nel modo corretto e se la tua “spada” è ben affilata.

Mettendo in pratica anche solo uno dei consigli presenti nel manuale potrai rallentare la velocità in cui i granelli precipitano ed essere finalmente sereno e sicuro di poter respirare senza l’ansia di inalare sostanze mortali che ti potrebbero portare a contrarre un tumore.

Una volta che tutti i dubbi, le ansie e le insicurezze su cosa respiri saranno svaniti, noterai anche un miglioramento della qualità del lavoro, della tua salute e della tua vita personale.

Ti voglio regalare un primo consiglio: finché non sarai sicuro che la tua cappa funzioni correttamente e non avrai appreso se sai usarla bene, acquista questo libro e leggilo con “il fiato sospeso”.

Buona Lettura!

 

A F F R E T T A T I

Acquista una copia del libro sulle cappe per te o da regalare al posto di cianfrusaglie inutili prima che ti trasformi in uno zombie mangiacervelli… 🙂

Di seguito ti riporto i link diretti dove potrai acquistarla:

oppure approfondire su questa pagina dedicata: www.apocalissezombie.chizard.it 

Formato Ebook Formato Cartaceo

Ti sei chiesto anche tu il perché di un titolo così forte?

scoprilo in questo altro video illustrativo:

 

Molti mi hanno chiesto il perché ho deciso di utilizzare una copertina con un titolo così forte e vorrei spiegartelo in poche parole

Se hai letto le poche righe precedenti avrai letto la parte in cui scrivo: ” Ogni giorno che passa 1000 persone in Italia si ammalano ineluttabilmente di CANCRO

Questo dato purtroppo è la pura e cruda verità che viene riportata direttamente dall’ AIRC (Associazione italiana per la ricerca sul cancro)  e puoi vedere la pagina con i dati ufficiali direttamente a questo LINK  presi direttamente dall’ AIRTUM (Associazione italiana registri tumori)

Quindi capisci che non possiamo rimanere a guardare ed è compito di ognuno di noi contribuire al benessere collettivo, anche con piccole azioni quotidiane

Ecco questo libro sulle cappe da laboratorio è il mio contributo

Ho voluto diffondere alcuni dati e informazioni utili a tutti ma soprattutto a chi lavora a stretto contatto con le cappe chimiche o cappe biohazard perché sono potenzialmente esposti al rischio di contrarre un tumore per inalazione dovuta all’esposizione a certe sostanze

Devo dire che ad oggi non sono stati fatti collegamenti diretti tra utilizzo cappe e contrazione di tumori

Non è una cosa semplice per niente riuscire a farne per ovvi motivi, perché le cause di un tumore sono moltissime dall’alimentazione sbagliata a tutto quello che ci circonda

Quello che voglio dirti è semplicemente che è molto meglio fare prevenzione prima che accadano certe cose in quanto successivamente diventa inutile dannarsi oltre che difficoltoso riuscire a dimostrare la connessione tra i due eventi

Devi sapere infatti che anche se lavori in un laboratorio chimico e dimostri che hai respirato sostanze cancerogene per anni in quanto la tua cappa chimica non funziona sarà al quanto improbabile che ti venga riconosciuta la malattia dovuta al lavoro

Ti dico questo perché è successo già in passato di molti ragazzi morti per cancro ai polmoni e ne avevo ampiamente parlato in questo articolo: “

Utilizzi una cappa Chimica a scuola superiore o all’università sperando che sia vero il detto: è la quantità di dose che fa il veleno?

dove cito il film/documentario “con il fiato sospeso” e le relative storie vere di persone che lavorano in laboratori proprio come te che puoi trovare a questo link.

Forse dopo aver letto anche tu questi dati, guardato i video e letto le testimonianze vere di personale di laboratorio che ha avuto tali difficoltà capisci il perché ho deciso di dedicare tanto tempo alla stesura di questo libro sulle cappe

Sinceramente per molti anni ho dato per scontato:

  • che gli operatori sapessero come utilizzare le loro cappe chimiche o cappe biohazard
  • che i costruttori di cappe chimiche o biohazard divulgassero informazioni a riguardo
  • che i venditori ne capissero qualcosa di cappe da laboratorio visto che le vendevano
  • che le assistenze tecniche di cappe facessero un’azione di prevenzione facendo informazione
  • che all’università si insegnasse ad utilizzare le cappe chimiche o cappe biologiche
  • che alle scuole superiori nel primo approccio ad un laboratorio i ragazzi venissero informati
  • che i Professori “esperti” insegnassero ai ragazzi come lavorare nel modo corretto
  • che esistesse un testo sulle cappe da laboratorio per poter studiare ed approfondire

devi scusarmi se ho dato per scontato queste cose, onestamente non potevo immaginare che si era fermi a più di 40 anni fa

Credo però fortemente che si debbano ammettere i propri errori e guardare avanti, credo che una persona seria debba fare questo ed ecco perché ho analizzato la situazione attuale aggiornata al 2016 e ho deciso di mettere personalmente mano per creare tonnellate di materiali informativi sulle cappe chimiche e le cappe biohazard

Tutto materiale scritto direttamente da me basandomi solo su mie esperienze dirette sul campo o dei miei collaboratori anche perché come ho scritto sopra non esistono testi sulle cappe, il materiale che trovi all’interno del mio portale chizard o da altre parti è tutto redatto da me in persona e non è uno scopiazzamento di qualcosa già visto e rivisto

Il libro quindi nasce proprio da questa esigenza di molti di approfondire tali tematiche, non mi stupirei se un domani questo mio libro divenisse il testo per le università italiane per spiegare ai ragazzi alle prime armi importanti regole da seguire prima e durante l’utilizzo delle cappe visto che utilizzeranno sostanze cancerogene

No non mi stupirei affatto

Dopo aver risposto a molti che mi hanno chiesto il perché di un libro sulle cappe, un’altra domanda che spesso mi fanno è il perché di questo titolo così forte e l’ho voluto spiegare in questo video dove purtroppo ero stato appena morsicato da uno zombie ed ero sotto l’effetto del virus o molto semplicemente mi sono fatto prendere un po troppo la mano ed ecco cosa è uscito fuori…

Come hai potuto vedere, piano piano sto realizzando anche dei video perché il solo materiale cartaceo mi sembrava troppo poco e quindi ho deciso di produrre dei video che illustrino quanto riportato negli articoli  affinché il messaggio venga rafforzato e sul canale youtube di chizard (che trovi qui a questo link)  puoi trovare molti video utili e nel tempo ne inserirò altri, unica cosa che ti chiedo è di condividerli e dirmi cosa ne pensi a riguardo

Probabilmente comprendi quanto lavoro c’è dietro tutto ciò o almeno spero tu lo abbia pensato perché ti posso assicurare che ci vuole una costanza unica ma che non mi riesce poi così difficile avere per il semplice fatto che IO VOGLIO INFORMARE LE PERSONE costi quel che costi anche se dovessi remare da solo controcorrente nel mare in burrasca.

E visto che fino ad esso i costi sono stati e saranno sempre e solo i miei sia in termini di energie che economici penso di poter continuare ad andare avanti anche perché ho ricevuto solo feedback più che positivi sia dai clienti che da persone che usano i miei strumenti per fare a loro volta informazione e formarsi sulle cappe chimiche e cappe biohazard.

Ma nel 2016 abbiamo fatto veramente tante cose, mi piacerebbe cogliere l’occasione per riportarti due dati su quanto fatto nel 2016 dalla nostra organizzazione:

  • validato oltre 1137 Dispositivi di protezione collettiva
  • aperto il primo ed unico portale informativo sulle cappe chimiche e biohazard – www.chizard.it
  • inserito più di 59 articoli nel portale www.chizard.it con informazioni sulle cappe che non esistevano e nessuno si sognava minimamente di divulgare
  • organizzato e concluso 2 corsi “LIVE” sulle cappe chimiche e biohzard (teorici) a Giugno e Novembre formando circa 60 persone di spessore come RSP , ASP ma anche operatori di cappe che ringrazio ancora per la partecipazione
  • fatto 8 corsi formativi “LIVE” sul campo presso i clienti mostrando agli operatori di cappe come si devono usare i dispositivi di protezione collettiva nel modo più corretto secondo la loro reale esigenza
  • formato direttamente sul campo oltre 327 operatori di cappe al corretto utilizzo delle stesse sia mediante i corsi mirati che durante le validazioni periodiche
  • avviato una ricerca/indagine sul campo durata 6 mesi e diretta a recuperare importanti informazioni sullo stato di stress degli operatori, sulle loro condizioni lavorative, sulle loro paure e molto altro dandoci così la possibilità di migliorare il servizio nonché mirare sempre di più le informazioni che verranno rilasciate in futuro
  • aperto un canale youtube di chizard con video unici e di valore (che trovi qui a questo link)
  • Fabrizio Cirillo ha scritto un libro sulle cappe chimiche e cappe biohazard unico al Mondo intitolato (Apocalisse Zombie come fermare l’Epidemia del Cancro grazie al corretto utilizzo e alla manutenzione delle cappe da laboratorio)

Ecco il nostro impegno costante cosa ha prodotto e possiamo dire di ritenerci ampiamente soddisfatti

Da quanto letto sopra potrai anche capire che abbiamo creato del materiale da zero (come la ricerca eseguita sul campo) che è stato inserito all’interno del libro con statistiche, grafici e dati interessanti soprattutto per un RSPP

Infatti mio caro Rspp o responsabile di laboratorio in genere, grazie al libro potrai avere questi spunti utili e poter orientare meglio il tuo documento interno per la valutazione del rischio che oggi giorno considera poco o niente certi aspetti e che in realtà ti posso assicurare che inficiano e di molto su eventuali incidenti o infortuni con conseguenti malattie professionali.

Ti invito quindi a vedere il video di presentazione del libro e anche gli altri video dove spiego il perché ho dato un titolo così forte o il perché di un libro di questo tipo e poi ad acquistare il libro cartaceo perché anche se molti dei contenuti sono racchiusi in questo portale avrai un vero e proprio testo che sarà la tua guida pratica passo dopo passo per quanto riguarda le tue cappe da laboratorio che siano cappe chimiche o cappe biohazard

Grazie a questo manuale operativo potrai evitare gli errori che più comunemente si fanno e che portano a rischi che spesso vengono sottovalutati mettendo te e i tuoi colleghi in cassaforte tutelandovi da responsabilità enormi che nessuno vi ha detto che dovete avere per forza

Adesso che hai:

  • documenti sul portale da poter studiare sulle cappe da laboratorio in genere
  • video da poter visionare su errori da non commettere nell’utilizzo di una cappa chimica o cappa biohazard
  • e anche un vero e proprio testo cartaceo non solo sul corretto utilizzo ma anche sulla corretta manutenzione di una cappa da laboratorio

NON HAI PIU’ SCUSE 

In realtà non avevi scuse neanche prima, se finisci per caso davanti ad un Magistrato ” l’Ex Guariniello” o attuale “Dott.Ascione” che si occupa delle indagini in caso di infortuni dovuti al campo della sanità

NON HAI SCAMPO

Adesso hai la possibilità di avere documenti sul quale basare alcune tue indicazioni (bada bene, rimane sempre una tua responsabilità quello che scrivi nel DVR o le disposizioni che dai in’azienda e in alcun modo i miei testi o qualsiasi altro materiale da me fornito devi prenderlo alla lettera perché ogni caso è diverso e ogni contesto lavorativo è differente perciò prendi spunto ma poi il mio consiglio spassionato è analizza la tua di situazione e poi decidi)

Potrai però prendere decisioni in un modo più consapevole e non a casaccio come hai fatto fino ad oggi

Con questo ti auguro una buona giornata sperando di esserti stato utile, commenta l’articolo o i video o tutto quello che vuoi

L’unica tua arma è l’informazione, non dimenticartelo mai!

ciao

Fabrizio Cirillo

“Il Boss delle cappe”

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmailFacebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Puoi raggiungere facilmente l'articolo con: https://www.chizard.it/055
2 Comments

2 Comments

  1. Alfredo

    12 Aprile 2017 at 15:23

    Ciao Fabrizio,
    leggo con molto interesse i tuoi articoli. Devo confessarti però che la mia esperienza è solo commerciale da circa 55 anni( Montedison,Carlo Erba, BDH Italia, Mettler ) e non ho alcuna esperienza pratica da laboratorio. Mi permetto di segnalarti che sulle Cappe chimiche e Bioazhard esiste una totale ignoranza degli operatori, i quali vogliono restare nella loro totale ignoranza. Penso che i tuoi articoli sulle cappe chimiche dovrebbero essere indirizzati ai massimi responsabili delle scuole, Professori delle Università e Ospedali. Secondo me si dovrebbero addestrare prima i professori e quindi gli studenti. E’ logico che se questi riuscissero a capire la differenza fra cappa chimica a flusso laminare orizzontale e verticale, sarebbe già un buon punto di partenza e successivamente passare a fare la distinzione fra cappa per chimica e per microbiologia. I professori che conosco da tantissimi anni a me si sono rivolti solo per mettere a norma cappe che ho suggerito di rottamare, ma non si sono preoccupati di fare la richiesta di una nuova cappa a norma. Per me la direttiva deve essere Ministeriale, come per l’intervento sugli edifici scolastici cadenti: ma non abbiamo una lira da spendere! Quindi è meglio beccarci il cancro! Continuerò a leggere i tuoi articoli che li ritengo interessantissimi.
    Un cordiale saluto e tantissimi auguri di Buona Pasqua con i tuoi familiari,
    Alfredo

    • Fabrizio Cirillo "il Boss delle Cappe"

      12 Aprile 2017 at 15:30

      Ciao Alfredo

      grazie mille per la tua testimonianza sul portale chizard che vale per me più dell’oro

      Sono contento che tu come molti altri apprezziate l’enorme lavoro che sto facendo per scrivere gli articoli inerenti le cappe chimiche e cappe biohazard
      nonché creare video e audio

      Il tutto per far si che certe conoscenze non rimangano solo mie ma possano essere patrimonio di tutti

      Soprattutto dei giovani ragazzi universitari che si approcciano al mondo lavorativo/didattico

      Sono assolutamente d’accordo con te in tutto e per tutto, sto cercando di parlare con qualche professoressa
      che mi ascolti per organizzare corsi di formazione GRATUITI sul corretto utilizzo dei DPC (dispositivi di protezione collettiva) a Roma
      e migliorare così la sicurezza in laboratorio per tutte le figure interessate

      vediamo cosa accadrà in futuro

      Ti pregherei di condividere gli articoli con i tuoi contatti sollecitandoli ad iscriversi nella newsletter per restare in contatto ed aggiornati

      tanti auguri di buona pasqua anche a te e famiglia

      ciao e ancora grazie

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

cinque × due =

Articoli Più Letti

To Top