Neon UV Germicida cappa Biologica, soluzione o problema? Scopri finalmente come tutelare te stesso!

Neon UV Germicida cappa BiologicaEcco finalmente un articolo che ha il solo ed unico scopo di darti delle linee guida fondamentali

prima di utilizzare un Neon UV germicida cappa Biologica.

Scopri le risposte alle domande più frequenti che utilizzatori di cappe si fanno o che si dovrebbero fare così da evitare gli errori madornali che più comunemente si fanno per mancanza di informazione.

Ho deciso quindi di parlare di questo argomento in quanto come al solito mi sono reso conto che è difficilissimo se non impossibile trovare qualche informazione veramente utile e specifica in materia di cappe.

Possibile che sono milioni di anni che vengono costruite le cappe biologiche e mai nessuno si sia interessato minimamente di dare degli spunti per gli utilizzatori delle stesse?

Se anche tu utilizzi i NEON UV GERMICIDA CAPPA BIOLOGICA,

allora DEVI assolutamente continuare a leggere questo articolo

LA TUA SALUTE ti ringrazierà!

credimi!

Intanto voglio dirti che continuo a parlare sempre e solo di cappe Biologiche e non mi sentirai mai parlare di Cappe Chimiche e Aspiranti in genere

perché i neon UV Germicida proprio per concezione sono delle lampade particolari che emettono luce ultravioletta di tipo UV-C con una lunghezza d’onda corta che agisce direttamente sul DNA delle Cellule uccidendole. (approfondisci qui la parte tecnica se ti interessa)

Quindi le lampade con neon uv germicida sono molto efficaci su virus , batteri o altri microrganismi vari

avrai quindi capito che possono essere impiegate solo nell’ambito biologico su cappe biohazard ad esempio e non su cappe chimiche dove si dovrebbe lavorare solamente con sostanze chimiche appunto.

Ma più avanti approfondiremo anche questo argomento che è proprio uno degli errori da evitare.

In genere quindi i costruttori montano già da principio i Neon Uv Germicida cappe Biologiche di defoult in quanto sono molto richiesti dai clienti in genere ,

probabilmente perché non si ha la piena conoscenza del raggio di azione o della pericolosità che ne può derivare dall’utilizzo inappropriato da parte di un utilizzatore appunto.

Immagino che neanche a te nessuno abbia mai spiegato come utilizzare un neon uv  cappa biologica

VERO?

Pensi che la tua esperienza,

che i tuoi molti anni di lavoro ti mettano al sicuro?

Pensi che lavorando con qualcuno che abbia molta più esperienza di te tuteli la tua sicurezza?

NON E’ COSI’ PURTROPPO

La routine è una brutta bestia,  molte persone ne pagano il prezzo perché fa abbassare la soglia di percezione del pericolo

Mi dispiace ma devo darti questa brutta notizia “tra capo e collo” come si dice a Roma

Se non ti sei mai posto delle domande su questo argomento è meglio che inizi subito a farlo ed io sono qui proprio per aiutarti , ti elencherò una serie di domande che più comunemente ci vengono fatte dai nostri clienti  così che anche tu possa trarne vantaggio:

  1. Ha senso montare un neon uv germicida cappa chimica?
  2. E’ importante capire il funzionamento del neon uv germicida cappa biologica?
  3. E’ realmente efficace un neon uv germicida cappa biologica?
  4. Come devo utilizzare un neon uv germicida cappa biologica?
  5. Quanto deve restare acceso un neon uv germicida cappa biologica?
  6. E’ pericoloso un neon uv germicida cappa biologica?
  7. Perché è pericoloso un neon uv germicida cappa biologica?
  8. Quando è pericoloso un neon uv germicida cappa biologica?
  9. Devo sostituire il neon uv germicida cappa biologica?
  10. Che tipologia di rifiuto da smaltire è il neon uv germicida cappa biologica?

Pensi che siano delle domande intelligenti? pensi che leggere le risposte possano prevenire eventuali problemi?

Se è così continua a leggere perché stò per darti delle indicazioni veramente introvabili e che valgono come oro perché quando si tratta di tutelare la propria sicurezza non bisognerebbe badare mai al costo.

Perché ti dico questo?

Semplice , in quanto troppo spesso la fonte primaria di ogni tuo problema che hai avuto o che non sai di aver avuto o che probabilmente avrai è dettato dall’aver applicato durante questi anni la regola della scelta secondo il

PREZZO PIU’ BASSO

Quando si sceglie un’assistenza di cappe chimiche e biohazard appunto bisogna andarci con i piedi di piombo, non dico che devi pagare più del dovuto ma neanche prenderti un servizio scadente pur di risparmiare non credi?

Avere una buona assistenza tecnica può aiutarti ad avere quelle importanti risposte a domande come quelle sopra,

in teoria una buona assistenza di cappe che si occupa appunto della manutenzione delle stesse cercherà in ogni modo di metterti in condizione di lavorare tranquillo e in sicurezza, cercherà di metterti a conoscenza di quegli aspetti meno conosciuti che potrebbero salvarti la vita.

Non è stato così?

Nessuno ti ha supportato in questo?

Adesso hai finalmente la possibilità di tutelarti e imparare qualcosina in più, veniamo a noi quindi , ora ti risponderò puntualmente ad ogni domanda sopra riportata:

 

  1. Ha senso montare un Neon UV Germicida cappa Biologica?

Proprio per quello che ti ho scritto all’inizio dell’articolo e cioè che un Neon UV GERMICIDA è efficace su organismi, non puoi e non avrebbe senso utilizzarlo su una capa chimica.

Ma perché tocco questo punto? perché m è capitato purtroppo di vedere situazioni in cui dei clienti hanno deciso di farsi fare delle modifiche a delle cappe chimiche andando ad installare Neon UV all’interno improvvisati.

Il brutto è che proprio chi doveva tutelarli e impedirglielo , la loro assistenza tecnica di cappe , gli ha fatto tali modifiche pur di guadagnare qualche euro in più o semplicemente per ignoranza.

Non scandalizzarti, se hai già letto qualche altro mio articolo ti sarai reso conto che non è proprio tutto oro quello che luccica no? Spesso vengono fatte anche modifiche a cappe in classe 1 per farle diventare cappe in classe 2 ( come se si potesse fare senza incorrere in problemi).

Insomma voglio dirti che se hai necessità di lavorare con biologico comprati una cappa biologica e non adattare una cappa chimica per entrambi gli scopi perchè sei un PAZZO.

 

2. E’ importante capire il funzionamento del Neon UV Germicida cappa Biologica?

Spero non ti stia chiedendo cosa ci sarà da sapere sull’utilizzo di una luce che tutti usano da sempre.

Fai attenzione , soprattutto a quelli che sembrano apparentemente esperti o che hanno moltissimi anni sulle spalle perché non è detto che sappiano usare le cappe al meglio, sicuramente sono esperti nel loro mestiere , sapranno utilizzare una pipetta o leggere dei risultati ma sei sicuro che sappiano manipolare sotto una cappa?

Una sana dose di curiosità legata a una dose di diffidenza ti permetterà di tutelarti sempre in ogni circostanza.

E’ proprio per questo che ti dico che le mie sono solo indicazioni dettate da tantissimi anni svolti ad osservare proprio utilizzatori come te che probabilmente (sono degli autodidatti) nell’uso di una cappa con tutti i rischi e problemi del caso.

E’ da sempre per me fonte di interesse perché non mi sono mai spiegato il perché di tanta ignoranza, perché nessuno fino ad oggi ha mai trattato certi argomenti dal semplice punto di vista di un ‘operatore ?

perché nessuno si preoccupa di mettere te e i tuoi collaboratori in sicurezza facendo della semplice informazione?

Purtroppo non ho una risposta a questo… però è la motivazione che mi spinge a scrivere , voglio cercare di aiutare quante più persone possibili dando spunti e facendo riflettere su alcuni argomenti tenuti nascosti e per soli pochi privilegiati.

Quindi la risposta alla domanda è SI è FONDAMENTALE essere INFORMATO sul corretto funzionamento di NEON UV GERMICIDA CAPPA BIOLOGICA quindi continua a leggere grazie.

 

3. E’ realmente efficace un Neon UV Germicida cappa Biologica?

Adesso sono dolori…

Quello che stò per dirti potrebbe intaccare alla radice quanto hai fino ad oggi saputo su questi neon ,

sei pronto a leggere?

BENE

perché è una domanda che NESSUNO mi fà mai sinceramente

e questo mi fa veramente paura perché molto probabilmente significa che l’operatore non è correttamente informato.

All’inizio dell’articolo ti ho scritto che un neon UV GERMICIDA agisce sugli organismi ma non ti ho detto che questo AVVIENE SE E SOLO SE VI E’ UN CONTATTO DIRETTO.

Si hai letto bene, se pensavi che ti bastasse accendere i tuoi uv per sterilizzare la tua cappa a fine lavoro ,

non è proprio così

Infatti è importante sapere che ci sono dei problemi quando si usa un neon uv germicida cappa biologica e i 2 colpevoli sono:

  • COSTRUTTORE DELLA CAPPA
  • OPERATORE

Si hai letto bene…

e ti dico subito il perché!

I costruttori delle cappe Biologiche in genere sono molto scrupolosi e attenti nella costruzione delle cappe e quindi può capitare che spesso le lampade UV germicida che si trovano all’interno delle cappe vengano protette con delle griglie metalliche così da prevenire rotture da urti accidentali appunto…

Hai mai giocato alle ombre con tuo figlio?

bhè quando si accende un UV sotto cappa che è protetto da una griglia metallica si ha lo stesso effetto perché viene proiettata una rete romboidale di ombra su tutta la superficie della cappa e quindi non ci sarà un vero contatto degli UV-C con i microrganismi che potranno quindi continuare a fare baldoria.

Non te lo aveva mai detto nessuno vero?

Ma adesso veniamo a te…

Si perchè anche tu hai le tue colpe purtroppo…

magari sei più fortunato e non hai questa griglia sul neon UV e allora decidi di metterti di impegno per neutralizzare l’azione degli Uv

in quanto per lo stesso principio di sopra se hai la brutta abitudine al termine del lavoro di lasciare qualsiasi tipo di ingombro nella tua cappa ,

sappi che questo creerà un’ombra al di sotto e dietro tali oggetti , il che contribuirà al mancato contatto dei raggi UV con i microrganismi.

So che adesso ti starai chiedendo :

Ma che cavolo li hanno montati a fare questi UV?

ti risponderò nella prossima domanda…

 

4. Come devo utilizzare un Neon UV Germicida cappa Biologica?

Adesso che sai perfettamente che un Neon uv è efficace solo a contatto è importante sapere come utilizzarlo al meglio…

Ti consiglio quindi di utilizzarlo a fine lavoro ovviamente quando non ci sarà più personale di laboratorio all’interno per evitare l’esposizione.

Evita di guardare la luce UV ad occhi nudi assolutamente e se possibile utilizza i DPI adeguati

Togli ogni ingombro dall’interno della cappa che possa creare dell’ombra

 

5. Quanto deve restare acceso un Neon UV Germicida cappa Biologica?

Se anche tu sei un fautore del NEON UV GERMICIDA CAPPA BIOLOGICA utilizzato a mode Luci discoteca per tutta la notte

allora sappi che stai sbagliando totalmente l’approccio.

Infatti è importante che tu sappia che dopo circa 25/30 minuti al max il Neon uv ha svolto la sua azione germicida , quindi lasciarlo acceso tutta la notte comporterà solo una serie di problematiche ulteriori che probabilmente non conosci o che nessuno si è mai preso la briga di spiegarti:

  • Usura degli UV stessi
  • Usura dei filtri Hepa all’interno della cappa
  • Rischio che passanti inconsapevoli vengano a contatto con gli UV (ferendosi)
  • Consumo energetico inutile

Infatti la radiazione UV-C è in grado di distruggere i legami chimici dei dei materiali. Questo porta ad un veloce deterioramento degli isolamenti e delle guarnizioni di plastica oppure di  altri materiali in genere. Infatti i materiali venduti in commercio resistenti ai raggi UV sono stati testati per i raggi UV-B , dal momento che l’UV-C usualmente non raggiunge la superficie della Terra .

6. E’ pericoloso un Neon UV Germicida cappa Biologica?

ASSOLUTAMENTE SI

Il danno provocato dall’esposizione degli UV-C è stato comprovato e quindi è da fare molta attenzione sicuramente.

Mi viene in mente proprio un caso accaduto in un’Ospedale del quale non posso farti il nome per ovvi motivi

dove una ragazza giovanissima, laureanda , si è messa a manipolare davanti a una cappa biologica molto vecchia e che non aveva le protezioni funzionanti al punto che la stessa non correttamente informata da chi di dovere ha acceso gli Uv rimanendo esposta durante la manipolazione sotto cappa.

Ovviamente purtroppo si è lesinata gli occhi ed è stata ricoverata di urgenza.

Non voglio spaventarti… o forse si un pochino…

Credo che la giusta dose di paura possa tutelarti quindi è bene che tu sappia che

RAGGI UV-C possono essere dannosi agli OCCHI

infatti l’ esposizione a questa radiazione UV può causare infiammazioni molto dolorose della cornea e problemi alla vista temporanei o permanenti, fino alla cecità. L’UV può danneggiare la retina dell’occhio.

ma anche alla PELLE causando eritemi o peggio tumori cutanei.

Quindi la prossima volta che utilizzerai un neon uv ricordati di questo articolo e usali al meglio.

Se invece sei responsabile di altri collaboratori , invitali a leggere questo articolo e aiutali a tutelare la loro sicurezza oltre che evitati da solo di incorrere in responsabilità civili e penali.

 

7. Perché è pericoloso un Neon UV Germicida cappa Biologica?

Oltre per quanto detto nel precedente punto,

credo che sia molto pericoloso l’utilizzo di neon uv in quanto ti danno una falsa percezione di sterilità delle superfici della tua cappa mettendoti in grave pericolo e a rischio di contaminazione anche del prodotto che andrai a manipolare ovviamente.

conoscere il funzionamento degli UV ti permette di sapere che quando accendi la tua cappa Biohazard e attendi circa 20 minuti fin quando non si stabilizza il flusso, sai anche che le superfici non sono state sterilizzate al 100% e quindi dovrai fare anche un’azione manuale di disinfezione per maggiore sicurezza.

Ti consiglio di utilizzare un disinfettante idoneo, i nostri clienti stanno utilizzando il disinfettante UMONIUM38 battericida, virucida, sporicida e fungicida che con loro grande sorpresa ha risolto moltissimi problemi di contaminazione che si portavano dietro da molto tempo.

Se non lo conosci approfondisci sul nostro sito nella sezione shop questo prodotto che è incredibile in quanto atossico e non corrosivo quindi utilizzabile su ogni superficie (www.technosrl.it)

Oppure leggi l’articolo recente che ho realizzato proprio sulla contaminazione delle cappe Biohazard e come evitarla ( Leggi l’articolo cliccando qui )

 

8. Quando è pericoloso Neon UV Germicida cappa Biologica?

E’ pericolosissimo quando si sottovaluta appunto il suo funzionamento e qualora venga utilizzato in modo inappropriato.

e’ molto pericoloso se non si è correttamente informati e se non si hanno delle linee guida di utilizzo da chi avrebbe dovuto redarre un documento di valutazione dei rischi ( DVR ) appunto.

Può essere pericoloso quando si crede nel motto “chi fa da se , fà per tre” e non chiede a chi di dovere cosa deve fare , che dispositivi di protezione individuale deve utilizzare in caso di prolungata esposizione per qualche motivo ad esempio.

Quindi in definitiva è pericoloso sempre , soprattutto se un vostro collega non sa assolutamente cosa stà facendo e vi mette in pericolo anche a voi oltre che a se stesso, in questo caso vi invito a essere molto diretti e a spiegare al vostro collega quanto detto sopra così da prevenire rischi inutili.

 

9. Devo sostituire il Neon UV Germicida cappa Biologica?

Come ti dicevo all’inizio dell’articolo, i Neon Uv dopo circa 30 minuti max hanno esaurito la loro funzione e possono , anzi devono essere spenti perché appunto non sono eterni e dopo qualche migliaio di ore vanno sostituiti anche se apparentemente sembrano funzionare perché emettono luce.

Quindi se accendi la cappa normalmente e non la lasci accesa anche tutta la notte con gli UV puoi pensare di cambiarli ciclicamente

Dipende quindi da quanto vengono realmente utilizzati ecco perchè non si può parlare di sostituirli dopo 2 anni o 3.

 

10. Che tipologia di rifiuto da smaltire è il Neon UV Germicida cappa Biologica?

Il neon uv germicida cappa biologica è da considerarsi un rifiuto speciale e va gestito e smaltito come tale.

Dovrai quindi preoccuparti che non venga gettato nel secchione più vicino , se della sostituzione se ne occuperà la tua assistenza tecnica assicurati che lo tratti come rifiuto speciale appunto se invece intendi sostituirtelo da solo allora fai attenzione a quanto detto e informati con il tuo trasportatore di rifiuti speciali.

 

Con questo è tutto e ti ricordo che un tuo commento è sempre molto utile e be accetto,

dedico molto tempo alla stesura di questi articoli al solo scopo di aiutare operatori come te che sono alla ricerca di informazioni importanti per cercare di tutelarsi.

a tal proposito ti invito a scaricarti la guida inserendo una mail così da riceverla immediatamente e trarne subito vantaggio.

 

Ciao e buona lettura

Fabrizio CirilloTorna inizio pagina

Facebooktwittergoogle_pluslinkedinmailFacebooktwittergoogle_pluslinkedinmail
Puoi raggiungere facilmente l'articolo con: https://chizard.it/6

3 thoughts on “Neon UV Germicida cappa Biologica, soluzione o problema? Scopri finalmente come tutelare te stesso!

  1. Carlo Campisano

    Gentile Dottor Cirillo,
    credo, a parte le considerazioni già fatte, ragionare anche in termini di rapporto qualità/prestazioni.
    Oltre alle modalità d’azione dei raggi UV, che anche a mio avviso sono limitati per quest’uso, gli stessi provocano precoce invecchiamento di gomme e polimeri che sono spesso organi di tenuta delal cappa, compresa la tenuta con il filto terminale.
    A mi avviso è molto più performante un sistema di disinfezione a perossido d’idrogeno, molto più attivo e senza residuo, che offre abbattimenti molto elevati.
    Oggi è possibile con piccolo dispositivi di nebulizzazione che costano un pò di più, ma che sono veramente efficaci.
    Questa è la mia opinione

    Reply
    1. Fabrizio Cirillo Post author

      Salve Dott Campisano intanto la ringrazio per aver commentato l’articolo e per aver precisato tecnicamente le eventuali problematiche che i neon UV Germicida possano arrecare sui materiali interni alla cappa.
      Interessante la sua proposta di utilizzare mini nebulizzatori di perossido di idrogeno ,
      Io credo che l’importante sia raggiungere il risultato desiderato , quindi che venga utilizzato lo strumento con il perossido d’idrogeno o un buon disinfettante erogato con processo di vaporizzazione o anche erogato a mano almeno sulla superficie di lavoro ,basta che si arrivi a una sterilità reale e non percepita come nell’utilizzo degli UV.
      Il messaggio che intendo far passare con questo articolo è che gli operatori di cappe dovrebbero avere una piena coscienza dei limiti di alcuni strumenti che utilizzano quotidianamente e approfondire la loro reale efficacia e metodologia di utilizzo così da salvaguardare la loro stessa sicurezza.
      Buona giornata.

      Reply

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

diciotto − 12 =